menu
Gli Associati >> Enti Pubblici >> Comune di FAvignana






COMUNE DI FAVIGNANA

L’arcipelago delle Egadi, situato a nord-ovest della Sicilia, è una delle destinazioni turistiche più attrattive della Sicilia Occidentale. Formato dalle tre isole di Favignana, Levanzo e Marettimo. Favignana è la più grande e il suo nome proviene da Favonio, vento caldo che soffia da Sud - Sud/Ovest, la sua forma assomiglia ad una farfalla con un corpo centrale costituito da una dorsale montuosa dove sorge il Castello di Santa Caterina, torre di avvistamento di epoca normanna che separa l’isola in due, la parte ad occidente rocciosa e granitica e quella ad oriente calcarea e tufacea.
Nella parte pianeggiante da Punta S. Nicola fino a Cala Rossa si possono ammirare le antiche cave di pietra tufacea a cielo aperto ma non solo ... favolosi sono i giardini ipogei che proteggono la vegetazione dal vento. Levanzo, la più piccola dell’arcipelago, ha un piccolo villaggio che si affaccia sul porticciolo, dall’acqua cristallina di Cala Dogana.
Possiede il sito archeologico della Grotta del Genovese, di origine preistorica, che racchiude pitture e graffiti raffiguranti uomini, uccelli e pesci stilizzati risalenti al periodo paleolitico e neolitico. Marettimo, chiamata Hiera (Isola Sacra) dai greci, è la più lontana, montuosa e dolomitica, raggiunge quasi 700 m con Pizzo Falcone. Conta circa 400 grotte, sia in superficie che in profondità. Ad est troviamo lo Scalo Vecchio, porticciolo dei pescatori, da dove si può ammirare il Castello di Punta Troia di epoca spagnola, oggi area museale ed osservatorio della foca monaca dell’Area Marina Protetta delle Isole Egadi. L’isola ospita una folta vegetazione selvaggia e si possono ammirare piante endemiche assenti nel resto della Sicilia. Definita paradiso per i subacquei, con diversi punti di immersione, attrae anche gli amanti del trekking.
Importante è il sito di archeologico di Case Romane, un’insieme di strutture del periodo romano dove si può ammirare un edificio militare in opus reticulatum. Troviamo inoltre, la chiesetta d’epoca bizantina che è stata riconsacrata due anni fa circa. L’Area Marina Protetta Isole Egadi, situata di fronte alla costa nord occidentale della Sicilia, è stata istituita con Decreto Ministeriale del 27 dicembre 1991 e nasce con le finalità della tutela e valorizzazione degli habitat naturali e delle risorse marine, la ricerca scientifica e l’educazione ambientale, e non ultima la promozione dello sviluppo sostenibile e della gestione della fascia costiera.
Con i suoi 53.992 ettari, oltre a essere la riserva più grande d’Europa, presenta alcune straordinarie peculiarità che caratterizzano le sue acque come: una prateria di Posidonia oceanica di straordinaria importanza, la più estesa del Mediterraneo; una fauna ittica ricca e variegata oltre a specie protette quali i cetacei, tra cui in grande numero tursiopi e stenelle; una importante colonia dell’uccello delle tempeste, un piccolo e rarissimo uccello marino endemico del Mediterraneo. Da non dimenticare la presenza numerosa di tartarughe marine della specie Caretta caretta e, soprattutto, i frequenti avvistamenti, nelle acque di Marettimo, della rarissima Foca monaca, specie simbolo del Mediterraneo, già data per estinta in Italia. La riserva è suddivisa in quattro zone a differente livello di protezione e con diverse possibilità d’accesso e limitazioni nella fruibilità per i residenti e i non residenti nelle tre isole: la zona A di tutela integrale (entry-no take zone), presente in particolare a Marettimo, la zona B di tutela generale, la zona C di tutela parziale, la zona D di protezione.
Nell’AMP sono regolamentate e consentite le attività socio-economiche svolte dalla comunità locale: la piccola pesca artigianale, le visite guidate a bordo delle imbarcazioni adibite al trasporto passeggeri, le visite guidate subacquee, il pescaturismo e i servizi di ormeggio per il diporto nautico. Sono ovviamente consentite e disciplinate, in alcuni casi previa autorizzazione, anche le attività svolte dai turisti e dai bagnanti, quali la balneazione, la navigazione a vela e a motore, l’ancoraggio delle barche, la pesca ricreativa e le immersioni subacquee.

Powered by ADA Comunicazione