menu
Gli Associati >> Enti Pubblici >> Comune di Erice






COMUNE DI ERICE

Furono gli Elimi a fare di Erice un centro religioso. Sin dal neolitico si hanno tracce di insediamenti umani, ma un vero e proprio assetto urbano inizia con lo stanziamento di questo popolo che, in accordo con i Cartaginesi, istituì il culto della divinità Astarte (Venere per i Romani) e la conseguente edificazione di un tempio.
Erice, per la sua posizione strategica (750 mt) dominante sul territorio e per il tempio, divenne ben presto una delle più importanti roccaforti della Sicilia. Oggi Erice è un esempio perfettamente conservato di paesaggio medioevale, con le sue stradine acciottolate, i piccoli cortiletti, le numerose chiese e il grandioso castello, edificato sulle rovine del santuario elimo. Oggi le sue torri sono diventate un resort di lusso per vacanze da sogno. Erice è elegante, silenziosa, ordinata ed accogliente. Una particolare emozione suscita la salita in funivia al tramonto con l’impareggiabile scenario delle isole Egadi e delle saline. Tra le abitazioni in pietra antica, le botteghe artigianali di ceramica locale e tappeti intrecciati con antichi telai, tra la gente del posto che si mescola silenziosamente ai turisti, si vivono sensazioni di evasione e di relax, ma al contempo si trovano numerosi stimoli culturali.
Come in altre città della Sicilia, sono le chiese le vere protagoniste ad Erice. La Chiesa Madre prima fra tutte, intitolata alla Vergine Assunta, la Chiesa di San Carlo o quella di San Giovanni Battista. Sulla vetta, nel posto più panoramico della città, si trovano i Giardini del Balio, ideati dal Conte Pepoli che custodiscono al loro interno specie di piante rarissime. Erice è famosa anche per il suo Centro Internazionale di Cultura Scientifica, l’Ettore Maiorana, che grazie al suo ideatore, lo scienziato Antonino Zichichi, accoglie ogni anno ricercatori da tutto il mondo per affrontare emergenze planetarie.
Erice rappresenta una perfetta sintesi del territorio perché riesce ad unire storia, tradizione, artigianato, enogastronomia e cultura in un lembo così piccolo di territorio che ne sancisce la sua esclusività.

Powered by ADA Comunicazione