menu
 


Altra tappa del percorso di candidatura dell’Area vasta delle Saline di Trapani, Paceco e Marsala a sito UNESCO

Su iniziativa del Libero Consorzio Comunale di Trapani si è svolta il 10 dicembre, presso la sede di Palazzo Riccio di Morana, una riunione di coordinamento convocata e presieduta dal Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale dott. Giuseppe Amato e dall’Avv. Diego Maggio in qualità di Dirigente del Settore Cultura, per la costituzione di un Comitato Promotore del progetto di candidatura a Sito UNESCO dell’area vasta delle Saline di Trapani, Paceco e Marsala, con epicentro l’isola di Mozia.
La riunione di coordinamento ha visto coinvolti intorno al tavolo, il Sindaco di Marsala Dott. Alberto Di Girolamo, il Sindaco di Paceco Dott. Biagio Martorana, il delegato Assessore Turismo del Comune di Trapani Dott. Michele Cavarretta, la Soprintendente ai BB.CC.AA. di Trapani Arch. Paola Misuraca, delegata anche dall’Assessorato Regionale ai Beni Culturali, la Dott.ssa Angela Accardi per la Soprintendenza del Mare, il Direttore WWF Ente gestore della R.N.O. delle Saline di Trapani e Paceco Dott.ssa Anna Giordano, il dott. Antonio D’Alì Staiti in rappresentanza del Consorzio per la valorizzazione del Sale Marino di Trapani, il Prof. Antonio Purpura docente di Economia del Turismo dell'Università di Palermo, quindi l’associazione Strada del Vino Erice DOC rappresentata dal Presidente Vincenzo Fazio e dall’Arch. Angela Savalli, in qualità anche di partecipante al gruppo di studio ICCROM (Centro Internazionale di Studi per la Conservazione ed il Restauro dei Beni Culturali), organo consultivo Unesco.
In apertura dei lavori è stato evidenziato il significativo contributo in termini di contenuti, offerto dal Workshop del 30 ottobre 2015 promosso dalla Strada del Vino Erice DOC in collaborazione con l’ICCROM, presso le Saline Ettore e Infersa di Marsala, che ha rafforzato la prospettiva concreta della candidatura all’Unesco dell’area costiera delle Saline. Nell’incontro, il Libero Consorzio Comunale di Trapani ha espresso la volontà di volere contribuire attivamente e concretamente alla costituzione del Comitato Promotore per l’avvio dell’iniziativa in oggetto, stanziando anche delle risorse che se pur limitate, saranno finalizzate alla fase di avvio del progetto di candidatura.
A tal fine è stato richiesto ai sindaci dei Comuni di Marsala, Paceco e Trapani la condivisione ed il sostegno in co-marketing dell’iniziativa, che sono stati confermati unitariamente ed in modo costruttivo dai tre enti locali contigui della fascia costiera in cui ricadono le Saline, a partire dal 2016, dimostrando le amministrazioni comunali di volere credere nell'avvio del progetto.
Il costituendo Comitato Promotore sarà istituito ufficialmente a Gennaio con la stipula di un Accordo di Collaborazione tra Enti, Istituzioni ed Organismi, ed adotterà come sede istituzionale quella del Libero Consorzio Comunale, mentre il coordinamento generale e la direzione operativa del progetto di candidatura sarà svolta per competenza ed in partnership con la Fondazione UNESCO Sicilia, alla quale sarà richiesta una analisi programmatica ed economica del percorso progettuale di candidatura del sito. Il Comitato Promotore rappresenterà la “governance” del progetto di candidatura, ed al suo interno istituirà un Comitato Sostenitore del progetto (che includerà le Associazioni, Fondazioni ed Istituzioni a Tema Culturale, Naturalistico, Ambientalistico, Club Service e Stakeholder), che vorranno avallare e sostenere il progetto, con il coinvolgimento dal basso anche delle comunità locali. Il WWF, quale ente gestore della Riserva delle saline di Trapani e Paceco insieme alle Soprintendenze del Mare ed ai BB.CC.AA. di Trapani (organi tecnici) e l’associazione Strada del Vino Erice DOC (per il comparto turistico), il Consorzio di valorizzazione del Sale Marino di Trapani (per gli operatori del Sale), aderiranno al Comitato tecnico-scientifico del progetto di candidatura.
Con la Fondazione Unesco Sicilia, sono state avviate delle consultazioni per un ruolo operativo di coordinamento del percorso di candidatura e di guida dello studio tecnico-scientifico, propedeutico alla elaborazione del dossier da presentare nella (tentative list), primo passo per ottenere il riconoscimento UNESCO delle Saline della Sicilia occidentale a patrimonio dell’Umanità.




«Torna Indietro
Powered by ADA Comunicazione